Spedizioni in 24/48 ore GRATUITE per ordini superiori a € 39!
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Che tipo di Pelle ho? come riconoscere la tua pelle.

23/03/2018

Come faccio a capire che tipo di pelle ho?

La nostra pelle è un organo attivo e stratificato che protegge il nostro corpo, e il suo stato di salute si determina tramite un equilibrio continuo tra l’ambiente esterno e quello interno. Ogni evento lesivo comporta quindi un'immediata risposta delle diverse componenti cutanee per ripristinare nel più breve tempo possibile una condizione di normalità. La pelle reagisce infatti agli stimoli interni o esterni con modificazioni che alterano le sue normali caratteristiche e queste modificazioni possono essere temporanee e facilmente eliminabili oppure, se prolungate nel tempo, condizionare vere e proprie differenziazioni cutanee e delineare i vari tipi di pelle  comunemente conosciuti.

E' importantissimo conoscere il nostro tipo di pelle, per poter scegliere il trattamento migliore per noi e agire correttamente per esaltarne i pregi e minimizzarne i difetti.

Quando si cerca di individuare il tipo di pelle bisogna ricordare che lo stato della pelle è influenzato dalla stagione (d’inverno la pelle è più idratata), dall’ora (di giorno la secrezione di sebo e sudore aumenta) e dalle condizioni di vita del momento (problemi psicologici, tipo di alimentazione, situazione ormonale), perciò è consigliabile sottoporre la propria pelle a periodici controlli per essere sicuri di interpretarne correttamente i segnali.
Inoltre è da considerare che si deve determinare non un tipo di pelle ma uno stato della pelle. Infatti una pelle sensibile potrebbe anche essere normale o grassa o secca o mista.

Per cominciare, c'è un modo molto semplice e veloce per farsi un'idea del proprio tipo di pelle: è il test del dischetto di cotone. 

Si passa sulla pelle del viso quando è asciutta a si osserva: se sul dischetto restano tracce oleose significa che abbiamo a che fare con una pelle grassa o mista. Tendenzialmente, se il dischetto resta pulito abbiamo una pelle normale o secca.

Possiamo poi fare un'osservazione più dettagliata, avendo cura di preparare la pelle all'"esame visivo" in questo modo:

1. Pulire a fondo il viso con il latte detergente;
2. Risciacquare bene il viso per eliminare i residui di latte detergente, che potrebbero portare ad una errata classificazione della pelle;
3. Non trattare il viso per 15 minuti: non applicare creme, lozioni o tonici;

A questo punto osservare la pelle individuando le principali caratteristiche per ogni tipo di pelle.


Come facciamo a capire se la nostra pelle è di tipo grasso oppure è mista?

La pelle grassa è caratterizzata da un diffuso strato di sebo che la rende oleosa. Generalmente, in questo tipo di pelle, i pori sono molto dilatati e facilmente diventano ricettacolo di brufoletti ed impurità come i punti neri. Per questo tipo di pelle sembra non esserci trucco che tenga. Bisogna fare attenzione nel prendersene cura, perché se da una parte questo tipo di pelle necessita di pulizia approfondita, dall'altra si tratta di un'epidermide molto delicata e per tanto è opportuno non lesinare sui prodotti da usare.

La pelle mista, invece, è caratterizzata da zone particolarmente oleose e grasse (la famosa zona a "T" fronte, naso, mento) e da zone secche e sensibili. Per capire se la nostra pelle è di questo tipo è sufficiente far caso al suo stato qualche ora dopo che ci siamo truccate. La pelle mista, infatti, tende a diventare lucida proprio nella zona a "T", mentre il resto del viso resta più o meno asciutto.

Pelle grassa:

    - punti neri distribuiti su tutto il viso
    - al tatto, la pelle è leggermente grassa e lascia un residuo oleoso sulle dita
    - pori dilatati
    - colorito tendente al grigio
    - odore caratteristico
    - aspetto lucido
    - presenza di foruncoli
    - presenza di punti bianchi

Pelle mista:

    - punti neri e comedoni nella zona a T (mento, naso,fronte)
    - sulle guance la pelle “tira”, è secca e qualche volta si squama facilmente
    - spesso presenta couperose

1896 ha dedicato una 
linea specifica alle pelli miste, grasse e impure, per prendersene cura efficacemente, purificandole senza seccare e nutrendole con attenzione a riequilibrare l'eccesso di sebo. Una settimana con i trattamenti combinati 1896 e vedrete la differenza.


Come facciamo a capire se la nostra pelle è secca, normale o sensibile?

La pelle normale non rappresenta nessuna caratteristica in particolare. E' una pelle priva dell'eccesso di sebo che caratterizza la pelle grassa e non si irrita facilmente come quella secca o quella sensibile.

La pelle secca si riconosce dal fatto che, quando è asciutta e priva di lozioni detergenti, "tira". E' una pelle che ha una grande necessità di essere nutrita e protetta in quanto del tutto priva di sebo che, in quantità minima, è utilissimo per preservarne l'elasticità.

La pelle sensibile è facile alle irritazioni. Basta una semplice detersione perché si veda comparire sull'epidermide in questione del rossore che molto spesso si associa a bruciore. In questi casi, come per la pelle secca, anche la sensibile ha bisogno di essere idratata ma soprattutto nutrita, utilizzando dei prodotti che facciano da scudo soprattutto contro l'aggressione degli agenti atmosferici.

Pelle normale:

    - pochi punti neri (comedoni)
    - non è “incartapecorita”
    - la pelle non tira
    - pori di dimensione normali
    - superficie liscia e levigata
    - senza aree grasse
    - resta morbida anche dopo il lavaggio
    - possono presentarsi occasionalmente eruzioni cutanee
    - può essere una pelle sensibile

Pelle secca (alipidica):

    - dopo averla lavata la si sente secca
    - trama molto delicata e sottile, con pori piccoli, quasi invisibili
    - rari punti neri
    - raramente ha eruzioni
    - forte sensazione di tensione e prurito, al punto di sentire il desiderio di grattare
    - può presentare un aspetto opaco e spento e grinzoso
    - sono evidenti piccole rughe sottili soprattutto nel contorno degli occhi e intorno alla bocca
    - di solito è una pelle molto sensibile, dove spesso si formano chiazze rosse da freddo o da caldo, da assunzione  di
      certi cibi o in seguito a stress emotivo

Pelle secca (disidratata):

    - punti neri sul naso, mento e fronte ("zona a T")
    - leggero senso di tensione su tutto il viso
    - aspetto arido, rugoso e non ben colorita
    - poco liscia
    - si squama facilmente
    - molto sensibile, delicata e poco elastica

Pelle sensibile:

    - forte senso di tensione
    - macchie rosse su tutto il viso, soprattutto nelle zone di pelle molto secca
    - aspetto quasi screziato
    - al tatto è ruvida

Per le pelli normali, secche o sensibili, 1896 ha ideato 
trattamenti idratanti e detergenti ad hoc nella sua Linea Donna, con materie prime particolari e selezionate, come la cera di mimosa, il latte di giumenta o ancora l'estratto di ananas e così via, capaci di dare idratazione profonda senza ungere, proteggere dagli agenti atmosferici e lenire irritazioni e dermatiti. 



https://www.emalline.it/google-shopping-feed.xml